La scomparsa del buon senso: occidente senza risorse energetiche?

Andare in basso

La scomparsa del buon senso: occidente senza risorse energetiche?

Messaggio  Domsky il Ven Ott 03, 2008 3:31 am

Un articolo di Giovanni Sartori che cerca di approcciarsi alla crisi mondiale dal punto di vista della sovrappopolazione, della scarsità delle risorse, della mancanza di buon senso.

http://www.corriere.it/editoriali/08_ottobre_03/buon_senso_2d8a2b82-9111-11dd-9f28-00144f02aabc.shtml

In questo articolo secondo me Sartori ha come Bush un approccio ideologico al problema energetico asserendo che le fonti di energia a disposizione dell'occidente sono il petrolio e il gas.

Nella visione di Bush, a cui aderisce Sartori, l'occidente è senza risosrse energetiche nelle mani di nazioni ostili che posseggono i principali giacimenti.

Comunque questi giacimenti sono destinati ad esaurirsi nel giro di 10-15 anni.

Il sole non manca in Italia, le sacche magmifere da sfruttare con centrali geotermiche non mancano in Italia, i venti di alta quota non mancano.

Poi ci sono sistemi per produrre energia ancora più innovativi di cui anche il Corriere ha parlato, per esempio il metodo Kanzius, il metodo Genepax, e altri ancora di origine elettromagnetica come il metodo Testatika, il metodo Perendev.

Quindi sono del parere che il buon senso richiesto da Sartori sia ottimo, però la sua analisi sia intrisa di quella stessa ideologia che lui stesso discute, nel suo caso di stampo liberista che al pari di quella sessantottina e marxista non ha fermato la crescita demografica, ha generato crisi, ha prodotto guerre e ha distrutto il mondo.

Per voi?

Domsky
Admin

Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 30.09.08

Visualizza il profilo http://sovrappopolazione.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum