CATTOLICI E MARXISTI: CHI SONO I NEMICI DELLA DECRESCITA DEMOGRAFICA?

Andare in basso

CATTOLICI E MARXISTI: CHI SONO I NEMICI DELLA DECRESCITA DEMOGRAFICA?

Messaggio  Domsky il Ven Ott 03, 2008 4:07 am

Due interessanti articoli dal sito Resistenza Laica sul tema della sovrappopolazione in cui si cerca di trovare chi siano i responsabili della crescita demografica.

I due autori individuano nelle posizioni ideologiche marxiste e cattoliche i principali nemici di una possibile decrescita

Arnaldo Demetrio
http://www.resistenzalaica.it/index.php?option=com_content&task=view&id=489&Itemid=29

Edoardo Quaquini
http://www.resistenzalaica.it/index.php?option=com_content&task=view&id=473&Itemid=1

Secondo voi chi si oppone alla decrescita?

Spesso si accusa il Vaticano di opporsi alla decrescita per il divieto dell'uso del preservativo, ma in Cina si è fermata la crescita con obblighi di legge ben precisi che vietano di avere più di un figlio per coppia, con i preservativi avevano fallito.

In altre parole la Chiesa è contro soluzioni drastiche e contro l'uso di metodi anticoncezionali.

Quindi per esempio in India quando si cercava di adottare il metodo della sterilizzazione, e la chiesa si è opposta.

Gli autori poi si scagliano anche contro le posizioni ideologiche marxiste.

Condivido la posizione degli autori nel momento che cercano di discutere le ideologie per trovare dei metodi pratici per favorire la decrescita, però l'Italia è una paese a forte componente cattolica e marxista, con sacche consistenti di fascismo ed eppure la popolazione sta decrescendo.

Quindi a propria volta gli autori cadono in posizioni ideologiche non comprendendo che poi la gente fa quello che gli pare.

Ed è proprio per questo che ritengo sia possibile intervenire culturalmente con il nostro forum per superare le posizioni ideologiche di qualsiasi tipo e nella pratica risolvere il problema.

Secondo voi?

Secondo me a volte basta una comprensione popolare racchiusa in un proverbio per cambiare l'atteggiamento di un popolo.

A quale comprensione dovrebbero giungere i popoli?

Domsky
Admin

Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 30.09.08

Visualizza il profilo http://sovrappopolazione.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Benedetto XVI: la contraccezione nega il fine del matrimonio

Messaggio  Domsky il Ven Ott 03, 2008 5:58 am

Un articolo del Corriere in cui si citano alcune frasi di un discorso del papa sulla contraccezione:
http://www.corriere.it/politica/08_ottobre_03/papa_contraccezione_matrimonio_ecc393ca-912b-11dd-9f28-00144f02aabc.shtml

I metodi contraccettivi che impediscono la procreazione di figli snaturano il senso ultimo del matrimonio: lo ha ribadito con forza Benedetto XVI, in un messaggio inviato ad un congresso sui 40 anni dell' Humanae Vitae (l'enciclica con cui Paolo VI proibì a pillola), in corso a Roma.

La contraccezione «nega il fine del matrimonio, ma molti cattolici non seguono i nostri insegnamenti»

Molti fedeli «trovano difficoltà» a comprendere gli insegnamenti della Chiesa cattolica, la quale deve accrescere i suoi sforzi per far comprendere «la bellezza dell'amore coniugale». «Possiamo chiederci: come mai oggi il mondo, ed anche molti fedeli, trovano tanta difficoltà a comprendere il messaggio della Chiesa, che illustra e difende la bellezza dell'amore coniugale nella sua manifestazione naturale?», si chiede il Pontefice. «Certo -osserva - la soluzione tecnica anche nelle grandi questioni umane appare spesso la più facile, ma essa in realtà nasconde la questione di fondo, che riguarda il senso della sessualità umana e la necessità di una padronanza responsabile, perchè il suo esercizio possa diventare espressione di amore personale. La tecnica non può sostituire la maturazione della libertà, quando è in gioco l'amore», ammonisce Benedetto XVI. «Per questo - esorta -il servizio che la Chiesa offre nella sua pastorale matrimoniale e familiare dovrà saper orientare le coppie a capire con il cuore il meraviglioso disegno che Dio ha iscritto nel corpo umano, aiutandole ad accogliere quanto comporta un autentico cammino di maturazione»
.

Secondo me i cattolici hanno molta difficoltà a seguire i suoi insegnamenti perchè innanzitutto non si capisce quello che dice.

Per esempio quando parla di padronanza responsabile intende coitus interruptus? Astinenza? Sesso orale?

Cos'è l'autentico cammino di maturazione?

Io non mi scaglierei contro il papa, di fatto in Italia le morti sono molti maggiori delle nascite, non mi sembra che le sue parole incidano più di tanto sulla crescita demografica.

Secondo voi?

Domsky
Admin

Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 30.09.08

Visualizza il profilo http://sovrappopolazione.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum