Associazione Rientro Dolce, l'associazione dei radicali

Andare in basso

Associazione Rientro Dolce, l'associazione dei radicali

Messaggio  Domsky il Mer Ott 01, 2008 11:46 am

L'associazione di Emma Bonino e dei radicali per un rientro dolce sotto i 2 miliardi di abitanti
http://www.rientrodolce.org/

Marco Pannella risponde alla lettera aperta sul problema demografico apparsa sul forum di Radicali.it invitando i siti radicali a pubblicarla, e pregando di rendere possibile l'adesione online.


Caro Marco,

verrebbe da mettere subito le mani avanti, spiegare bene le intenzioni, giustificare i “perché” e i “per come” della nostra assillante richiesta di trovare insieme a te le modalità di movimento e di lotta sulla globale devastazione umana provocata dalla “bomba” demografica. Potremmo continuare a parlarne inter nos (magari sul forum!), ma a cosa servirebbe? Abbiamo bisogno di superare le ritrosie presenti anche nel Partito e cominciare a muoverci davvero. Ed eccoci qui.

Ti scriviamo per segnalarti che - come tu già ben sai - alcuni tra i compagni radicali sono già al lavoro da tempo per offrire documenti ed elaborazioni sul tema della Questione Demografica che tanto ci sta a cuore: forse proprio perché è un argomento tabù, un tema dimenticato dall’intera classe dirigente politica italiana ed europea. Da tutti, tranne che dai Radicali.

Riteniamo perciò urgente, oltre che necessario, un tuo - nostro - concreto interessamento sulla questione dentro e fuori il Partito. Non mancano certo le proposte, le soluzioni, le possibilità di interazione che su una tragedia così immane (la madre di tutte le tragedie!) emergono ogni giorno all’interno del dibattito politico radicale e non solo. Ma che fare?

Ti sottoponiamo intanto, per parte nostra, un breve “Manifesto” sulla demografia. E’ il testo a cui - siamo sicuri - tu vorrai dare la giusta attenzione ed il supporto necessario affinché non resti lettera morta. Anzi, vorremmo sapere che cosa ne pensi e se ritieni lo si possa presentare - magari con qualche aggiustamento che riterrai opportuno - nelle sedi idonee affinché la Questione Demografica, con tutto ciò che ne consegue, divenga al più presto un argomento di prioritaria importanza nell’agenda politica italiana e transnazionale.

Un abbraccio affettuoso ed un anticipato “grazie Marco” da parte di noi tutti tuoi compagni che con te auspichiamo l’indispensabile “rientro dolce”.

Luca Pardi
Alberto Licheri
Pasquale Cuomo
Daniela Mazzoli
Pier Paolo Segneri
Aldo Carpanelli
Fabrizio Argonauta
Mario Marchitti
Guido Ferretti
Jolanda Casigliani
Mario Staderini
Alessio Boglino



Esplosione Demografica – Un Altro Tragico Dono del Dogmatismo Politico e Religioso

L’Esplosione Demografica è stata definita “la Madre di Tutte le Tragedie Contemporanee” perché fame, sete, guerra, povertà, disoccupazione, inquinamento, migrazioni di massa e desertificazione sono ovviamente e strettamente connesse con il drammatico incremento di cinque volte che ha portato l’umanità da 1,2 miliardi nel 1900 a 6 miliardi di persone a fine millennio. Valutando adeguatamente questo incremento dobbiamo essere consapevoli che l’aumento della popolazione umana in un singolo anno , alla fine del secolo scorso, era uguale all’incremento durante il primo Millennio dell’era Cristiana.

Ma, a dispetto del suo impatto di ineguagliabile gravità su tutti i maggiori problemi umani, l’esplosione demografica è stata ignorata durante tutto il secolo scorso, non solo dai leader politici e religiosi ma anche dai loro lacchè nei Dipartimenti di demografia, portando qualche acuto osservatore a concludere che la maggiore tragedia relativamente all’esplosione demografica non è la sua scala ed il suo impatto ma la sua totale negazione da parte dell’establishment politico, religioso e scientifico.

Questa negazione non può essere spiegata logicamente , ma solo psicologicamente . Tutti i maggiori dogmi religiosi e politici durante il secolo scorso, dal Cattolicesimo all’Islamismo, dal Fascismo al Comunismo, a dispetto dei loro proclamati contrasti su tutti gli altri temi, hanno unanimemente rifiutato ogni programma di controllo demografico o pianificazione familiare nelle loro politiche nazionali e internazionali. Perché?

Secondo la nostra opinione, perché la contraccezione comporta inevitabilmente un attacco ai tabù sessuali che, come dimostrato dalla psicologia politica, sono un pilastro portante dei fanatismi religiosi e politici ed anche perché la moltiplicazione dei pani e dei pesci è una promessa fondamentale di ogni Paradiso politico e religioso.

Ora, dopo una repressione di mezzo secolo dovuta alle gerarchie Cristiane ed Islamiche, Fasciste e Comuniste e lo sterminio di massa di mezzo miliardo di bambini condannati a morte, 10 milioni di donne uccise dall’aborto illegale, 200 milioni di giovani uomini uccisi da guerre territoriali e altre incalcolabili moltitudini di uccisi dalla povertà, disoccupazione di massa e genocidi, il problema sovrappopolazione sta nuovamente imponendo alla comunità internazionale il suo profilo opprimente, perché né brillanti economisti né fascinosi ideologi possono spiegare un singolo evidente fatto – es. i soli paesi del Terzo Mondo che hanno sconfitto la povertà, disoccupazione e sottosviluppo sono quelli (Cina, Corea del Sud, Taiwan, Hong Kong e Singapore) che hanno simultaneamente adottato libero mercato e controllo delle nascite.

Ma come possiamo ottenere un rapido controllo della popolazione senza adottare le politiche coercitive della Cina?

Ancora una volta la psicologia, e la psicologia motivazionale in particolare, possono offrire una valida risposta, come studi Italiani specializzati hanno persuasivamente mostrato.

Comunque, questa risposta, così come tutte le misure per il controllo delle nascite, deve essere sostenuta politicamente dai Governi democratici attraverso la subordinazione d’ogni tipo d’aiuto economico e sociale, a favore dei paesi del Terzo Mondo, all’adozione di politiche per il controllo delle nascite.

Domsky
Admin

Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 30.09.08

Visualizza il profilo dell'utente http://sovrappopolazione.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum